Congedo parentale a ore: dall’INPS le indicazioni per la richiesta on-line

Una delle novità più interessanti del Jobs Act e, in particolare, del Decreto attuativo inerente la Conciliazione dei tempi di vita (qui per una nostra sintesi) riguarda la possibilità di fruire del congedo parentale solo per alcune ore della giornata.

Tale opzione, già prevista per alcuni Contratti Collettivi, viene estesa a tutti i lavoratori dipendenti.

Conciliazione tempi di vita work life balance valli del verbano ISPE Jobs Act

La procedura per la richiesta all’INPS è telematica e l’Istituto, tramite la Circolare n.152 del 18/08/2015, chiarisce le modalità di richiesta.

Quindi, anche in assenza di contrattazione che disciplini il congedo parentale “a ore”, i lavoratori dipendenti possono fruire del congedo in misura pari alla metà dell’orario medio giornaliero (riferito al mese di lavoro precedente).

La misura ha carattere sperimentale e, sino al 31/12/2015, la richiesta all’Inps è presentata mediante un’apposita domanda online, diversa da quella in uso per la richiesta del congedo parentale giornaliero o mensile (che ovviamente rimangono attivi).

Le ore di congedo parentale sono coperte da contribuzione figurativa fino al dodicesimo anno di vita del bambino (o fino al 12° anno di ingresso del minore in caso di adozione o affidamento).

Nella domanda di congedo parentale ad ore il genitore dichiara:
–  se il congedo è richiesto in base alla contrattazione di riferimento oppure in base al criterio generale previsto dall’art. 32 del T.U.;
–  il numero di giornate di congedo parentale da fruire in modalità oraria;
–  il periodo all’interno del quale queste giornate intere di congedo parentale saranno fruite.

Nota bene: l’INPS chiarisce che:

  • la domanda è presentata in relazione a singolo mese solare. Quindi, ad esempio, se si intende fruire di congedo parentale ad ore, sia nel mese di novembre che nel mese di dicembre, dovranno essere presentate due distinte domande, una per ciascun mese;
  • la domanda di congedo può riguardare anche giornate di congedo parentale fruite in modalità oraria in data antecedente alla presentazione della domanda stessa.
  • A regime, la domanda di congedo parentale dovrà essere presentata all’Istituto prima dell’inizio del congedo, al limite anche lo stesso giorno di inizio di fruizione.

Sono due, invece, i giorni di pre-avviso che il genitore deve osservare per le comunicazioni al datore di lavoro, indicando l’inizio e la fine del periodo di congedo.

Per finire, ecco i tre canali aperti per la presentazione delle domande:

  1. WEB:il servizio è disponibile tra i servizi OnLine dedicati al Cittadino presenti sul sito dell’INPS (www.inps.it); in particolare, una volta effettuato l’accesso tramite PIN, il cittadino dovrà selezionare le voci “Invio Domande di prestazioni a Sostegno del reddito”, “Maternità”, “Acquisizione domanda”;
  2. CONTACT CENTER INTEGRATO:contattando il numero verde 803164, gratuito da rete fissa, o il numero 06164164 da telefono cellulare.
  3. PATRONATI: attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: